LogoMn2016

Il Grande George: opera e magia

Il Grande George: opera e magia

La grande lirica si intreccia all’illusione magica di un baritono fuori tono

Dario Giorgelè, baritono e... mago!
Corrado Casati, pianoforte
Domenica 3 dicembre 2017, Teatro Bibiena ore 17.00

C. Trenet (1913 - 2001)
La mer
F. Lehar (1870 - 1948)
Maxime
“La vedova allegra”
W.A. Mozart (1756 - 1791)
Madamina, “Don Giovanni”
G. Rossini (1792 - 1868)
Le femmine d’Italia, “L’Italiana in Algeri”
C. Porter (1891 - 1964)
Were Thine That Special Face, “Kiss me Kate!”
G. Donizetti (1797 - 1848)
Viva il matrimonio
E. Wolf-Ferrari (1876 - 1948)
Quando un omo, “I quatro rusteghi”
N. Rota (1911 - 1979)
È una cosa incredibile, “Il cappello di paglia di Firenze”
W.A. Mozart
Diggi Daggi, “Bastiano e Bastiana”
G. Donizetti
Udite,udite o rustici.., “L’Elisir d’amore”
Mascalzoni…, “Le convenienze e inconvenienze teatrali”
W.A. Mozart
Aprite un po’ quegl’

Il Grande George è un concerto-spettacolo. Essenzialmente un recital di arie del repertorio buffo lirico italiano che però spazia anche nel campo dell’operetta (Lehar) e nel musical (Porter). Ma le arie che si succedono non sono avulse le une dalle altre: si racconta una storia, la storia appunto del Grande George. È il pianista che, oltre ad accompagnare con musica la performance del nostro protagonista, ci racconterà la sua vita,le sue donne, i suoi amori e contemporaneamente farà un po’ di storia della musica dell’opera buffa dal ‘700 al ‘900. Se pensate però al classico concerto con pianoforte e cantante in smoking siete fuori strada. Ogni aria ha una sua piccola coreografia, un suo costume, attrezzi che si succedono, piccole magie, giochi di abilità e ci sarà il tempo anche per dimenticare la voce e lasciarsi trasportare dai gesti mimici di George. Insomma un tenero “pastiche” adatto sia agli amanti della lirica, ma anche ad un pubblico vario e soprattutto ai bambini... Venire per credere!

Stampa Email