Brahms e il doppio concerto

Orchestra Sinfonica L.O.V.

Paola Fasolo, direttore
Jarosław Nadrzycki, violino
Young Eun Kim, violoncello

BRAHMSE IL DOPPIO CONCERTO

Domenica 13 OTTOBRE 2019
Teatro Bibiena | ore 17.00

F. Schubert (1797 - 1828)
Sinfonia n. 8 in si minore “Incompiuta” D. 759
Allegro moderato
Andante con moto
Allegro e trio

J. Brahms (1833 - 1897)
Doppio Concerto in la minore op. 102 per violino, violoncello e orchestra
Allegro
Andante
Vivace non troppo

“Chi potrà fare qualcosa di più, dopo Beethoven?”, si chiedeva Schubert mestamente. Indubbiamente la Sinfonia in si minore n. 8 D 759 è un tentativo – assolutamente riuscito nonostante la sua incompiutezza – di dare una risposta a tale domanda.
Questa Sinfonia rappresenta un punto di arrivo, dove il salto rispetto alla produzione sinfonica precedente si fa quasi abissale per la qualità della scrittura, ricca e variata, per la flessibilità ed omogeneità del trattamento tematico, per il modo nuovo di concepire la tonalità, colore armonico inquietante e discontinuo nei suoi nessi associativi; e infine per l'ampliamento della tavolozza orchestrale che Schubert maneggia ora con maestria insuperabile, mettendola al servizio della concezione formale e dei propri profondi intenti espressivi: ne scaturisce su tutto, all’ascolto, un dualismo di sentimenti, un meraviglioso confronto di energie – l’amore e il dolore – in cui risiede la forza che si sprigiona dalla Sinfonia. Il Doppio Concerto in la minore op. 102 di Johannes Brahms vede la luce nell’estate del 1887 e viene definito dallo stesso autore “la mia folle, ultima composizione”. Con questo Concerto Brahms si rifà al genere della sinfonia concertante per più strumenti solisti, riproponendone anche le architetture formali, sia pure ampliate e sviluppate attraverso il suo stile ormai maturo fino a renderle difficilmente individuabili di primo acchito: la tendenza alla severità formale viene stemperata dalla complessità della scrittura polifonica, dalle contrapposizioni frontali fra solisti e orchestra e dagli interventi cadenzali.