Indietro

MantovaMusica Masterclass 2022

Nel mese di luglio i protagonisti di MantovaMusica sono i giovani: Società della Musica propone infatti, dal 10 al 24 luglio, corsi di perfezionamento con docenti di fama internazionale: Andrea Vio, Roberto Cani, Elena Revich, Natasha Lipkina, Dmitri Chichlov (violino), Iakov Zats (viola), Vittorio Ceccanti, Massimo Repellini (violoncello), Stefano Giavazzi (musica da camera). Accanto alla formazione individuale, MantovaMusica Masterclass offre la possibilità ai migliori studenti di esibirsi come solisti accompagnati dalla Apogeo String Orchestra. 

Andrea Vio, quartetto

Ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio di Venezia diplomandosi con il massimo dei voti sotto la guida di G. Michieli, M. Benvenuti e G. Carmignola. Si è perfezionato con S. Vegh, P. Szabo e P. Farulli. Primo violino del “Quartetto di Venezia” ha all’attivo un'intensa attività concertistica nei principali teatri e festival in Italia e all’estero. Ha collaborato con artisti di fama internazionale: B. Giuranna, P. Szabo, P. Farulli, G. Carmignola, P. de Maria, L. Piovano, O. Ghiglia, Quartetto Borodin, E. Dindo, D. Rossi, Quartetto Artis, D. Flury, M. Brunello, A. Lucchesini, A. Carbonare, M. Baglini, S. Mingardo. Ha tenuto masterclass in Italia ed all’estero (USA Baltimora e Philadelphia, Danimarca - Odense) ed è stato invitato a far parte di giurie in importanti concorsi internazionali quali il “Premio Vittorio Gui” di Firenze. È titolare della cattedra di violino al Conservatorio di Musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto. Suona un violino Carcassi del 1755. 

Roberto Cani, violino

Ha studiato al Conservatorio di Milano, allo Gnessin Institute of Music di Mosca e alla University of Southern California. Ha debuttato alla Salle Gaveau di Parigi nel 1987 e ha tenuto recital in Italia, Asia e America nelle principali sale concertistiche e nei più importanti teatri. È stato ospite, in qualità di concertmaster, della London Philharmonic e dell’Orchestra Filarmonica della Scala, con la quale si è anche esibito come solista, oltre che con la Filarmonica di Mosca. Vincitore di premi in alcuni dei più importanti concorsi internazionali quali il Paganini di Genova (‘90), Jeunesses Musicales di Belgrado (‘91) e il Courcillon International Competitions (Francia, ‘91), ha anche ricevuto riconoscimenti al Tchaikovsky International Competition (Mosca ‘94). Roberto Cani suona un violino Giuseppe Guarneri del Gesù ex Baron Knoop del 1735 messogli generosamente e disposizione da ProCanale Foundation. Attualmente èconcertmaster della Los Angeles Opera e insegna presso Santa Monica Conservatory of Music in California dal 2015.

Natasha Lipkina, violino

Ha ricevuto la sua formazione violinistica alla Scuola Centrale Speciale di Mosca, al Conservatorio di Mosca e presso l’Indiana University negli USA. Ha studiato con B. Belenky, I. Bezrodny, A. Bonduryansky, T. Gaidamovich e M. Fried. Si è esibita come solista in Russia e in altri paesi dell’ex Unione Sovietica suonando anche con orchestre in Russia, Romania, Germania, Finlandia Giappone e Stati Uniti. Ha preso parte a numerosi festival musicali tra i quali Marlboro, Norfolk, Grand Teton, Rauma (Finlandia), Waterloo (Belgio), Musique et Amitié (Svizzera), Southampton Arts, Le Nuits Pianistique (Francia), Darmstadt (Germania) e ha suonato sui maggiori palcoscenici quali Carnegie Hall, Alice Tully and Avery Fisher Halls, Merkin Hall, Metropolitan Museum of Art, Schauspielhaus Berlin, Great Hall Moscow Conservatoire. È stata premiata in importanti competizioni musicali tra le quali Enescu Violin Competition (Romania) e Shostakovich Chamber Music Competition (St. Petersburg). Si dedica ad un vasto repertorio che spazia dalla musica barocca alla contemporanea. 

Iakov Zats, viola

Diplomato al Conservatorio di Mosca in viola ha poi conseguito il dottorato in quartetto. Nel ‘90 inizia una carriera concertistica che lo porta ad esibirsi come solista e in gruppi da camera in tutta Europa e negli Stati Uniti. Nel ‘92 assume la direzione artistica della Nuova Orchestra da Camera di Mosca. Trasferitosi a Milano nel ‘94 è ospite delle maggiori istituzioni concertistiche italiane. È titolare della cattedra di viola presso il Conservatorio Nicolini di Piacenza e tiene masterclass in Italia, Spagna, Croazia e Repubblica Ceca. Dal 2018 è direttore dell’orchestra dell’Università degli studi Milano-Bicocca.

Vittorio Ceccanti, violoncello

Si diploma con lode al Conservatorio di Firenze con A. Nannoni e si perfeziona con M. Maisky, D. Geringas e N. Gutman,con la quale si laurea con lode alla Hochschule für Musik di Stoccarda. Si perfeziona inoltre con Yo Yo Ma, A. Bylsma, V. Berlinsky, il Trio di Trieste e il Trio di Milano. Vincitore di concorsi nazionali e internazionali, svolge un’intensa carriera internazionale che lo porta a suonare, come solista, in Europa, Asia e Americhe nei più importanti teatri. Collabora con alcuni dei più illustri artisti quali Vengerov, Repin, Petracchi, Berezovsky, Campanella, Hofmann, Lucchesini, De Maria, Bogino, Rizzi, Quarta dedicandosi anche alla promozione del repertorio contemporaneo. Tiene masterclass in Italia e all’estero, tra le altre, alla Royal Academy of Music di Londra, alla Cincinnati University, all’Università di Seoul, e insegna violoncello al Conservatorio di Castelfranco Veneto. È fondatore e direttore del Livorno Music Festival e di PlaYOuT, festival di ContempoartEnsemble di cui è direttore musicale.

Stefano Giavazzi, musica da camera

Allievo del M° R. Rossi, si è perfezionato con J. Micault, G. Sandor, J. Achucarro, B. Bloch, M. Damerini, S.Perticaroli,e con N. Brainin e il Trio di Trieste per la musica da camera. Premiato in numerosi concorsi, suona regolarmente per prestigiose istituzioni concertistiche in Italia e all’estero. Vanta una collaborazione più che ventennale con il violinista Franco Mezzena, con il quale ha inciso l’intera opera di L. van Beethoven e di W.A. Mozart per violino e pianoforte.Nel 2010/2011 è stato membro della Commissione Musica presso il Ministero dei Beni Culturali sezione Spettacolo dal vivo. È docente presso il Conservatorio di Mantova e direttore artistico, dalla sua fondazione, della Società della Musica di Mantova.

Elena Revich, violino

Si è laureata nel 1998 al conservatorio di Mosca sotto la guida di I.V. Bochkova ottenendo nello stesso anno un riconoscimento all’XI Tchaikowsky International Competition. Svolge un’intensa attività concertistica che l’ha portata ad esibirsi alla Great Hall del Moscow Conservatory, Grand Hall di St. Petersburg Philharmonia, Beethovenhalle in Bonn, Duisburg Theatre, Prinzregententheater in Munich, Sala Verdi in Milano, Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, Opera House di Nizza, Finlandia Hall in Helsinki. Dal 1998 al 2005 Elena ha suonato come primo violino nei Solisti di Mosca sotto la direzione di Yuri Bashmet. Ha collaborato come solista con: State Academy Symphony Orchestra of Russia, State Symphony Orchestra of Georgia, Tapiola Symphony Orchestra (Finlandia), Northern Symphony Orchestra (Inghilterra), Lithuanian State Symphony Orchestra, The New Russia State Symphony. Prende parte regolarmente a festival cameristici suonando con musicisti di primissimo piano quali, tra gli altri, G. Kremer, Y. Bashmet, M. Portal, V. Tretiakov, N. Gutman, M. Brunello, A. Knyazev.

Dmitri Chichlov

Nato a Mosca nel 1972, Dmitri Chichlov ha iniziato lo studio del violino sotto la guida del padre A. Shishlov (Primo violino del “Schostakovich Quartet”). Prosegue gli studi presso la Scuola Musicale del Conservatorio di Mosca con I. Gauhman e completa la sua formazione con N. Beshkina. Nel 1993 vince il concorso dell’Orchestra Cantelli di Milano, ove dal 2004 al 2014 lavora in qualità di spalla. Dal ‘92 collabora con Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra del Teatro “La Fenice”, Cameristi della Scala, Qatar Philharmonic Orchestra, Camerata di Parigi, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Orchestra Filarmonica Toscanini suonando sotto la direzione di Maazel, Rostropovich, Mehta, Pappano, Chung, Santi, Temirkanov, Pretre, Fedoseev, Masur e Noseda. Viene invitato come membro di giuria in importanti concorsi internazionali di violino come “A. Curci” di Napoli e “A. Postacchini” di Fermo. Insegna violino preso “The British School of Milan” e Accademia del Ridotto (Stradella) e svolge un’intensa attività sia come camerista che come solista.

Massimo Repellini, violoncello e musica da camera

Si è diplomato nel 1986 al Conservatorio “G. Verdi” di Milano con il M° R. Filippini con il quale si è perfezionatonegli anni successivi. Al suo attivo ha numerosissime partecipazioni come Primo violoncello con l’Orchestra da Camera di Mantova, l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, l’Orchestra del Festival Internazionale di Brescia e Bergamo, l’Orchestra Bergamo Musica Festival, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana e l’Orchestra del Teatro Verdi di Salerno, effettuando tournée in tutto il mondo. Con l’Orchestra Filarmonica della Scala e l’Orchestra della Svizzera Italiana ha suonato sotto la guida di valenti direttori, tra i quali Muti, Sinopoli, Sawallish, Gergiev, Rostropovic, Temirkanov, Oren. Il felice sodalizio, a partire dagli anni ‘90 con il famoso baritono Leo Nucci e l’Ensemble “Salotto ‘800”, da lui fondato, gli ha permesso di vivere la sua profonda passione per la lirica in qualità di violoncello solista, suonando nei più famosi teatri d’Italia e del mondo. Attualmente ricopre la cattedra di violoncello presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova.

Quote e iscrizioni

Quota di iscrizione
  • 80 euro
Quote di frequenza
  • solisti: euro 300 (complessivo per 5 lezioni)
  • musica da camera: euro 180 (per singolo partecipante, complessivo per 5 lezioni)
  • quartetto: euro 600 (per gruppo, complessivo per 4 lezioni)
Per iscriversi, compilare il modulo allegato ed inviare a formazione@mantovamusica.com